I ricchi "globali" investono in immobili

I ricchi

I guru di internet su youtube ci dicono che investire in immobili è "da vecchi", che gli immobili non valgono nulla, che hai l'inquilino che non ti paga, che per buttarlo fuori stai tre anni e spendi 100,000 EUR di avvocato ma poi, come un raggio di luce, trovi il report annuale di UBS, primaria banca elvetica, esperta nel gestire grandi patrimonia  livello globale che ti dice l'opposto.

UBS ha un ufficio preposto a seguire le esigenze dei cosidetti "family office", particolari società di investimenti nate il secolo scorso negli USA con l'espressa finalità di preservare e far crescere nel tempo il patrimonio della famiglia dietro alla creazione della società stessa. Grandi family office furono creati dai Rockfeller, dai Vanderbilt e dalle tante famiglie di banchieri che hanno creato la New York che conosciamo oggi con la sua borsa valori.

Bene, il report ci dice in che cosa investono ed i trend che seguono i gestori di questi grandi capitali privati, in media di 1,5 miliardi di euro, e indovinate un po' cosa dice dell'immobiliare? Che ben il 75%, ovvero 3 su 4 di queste società considerano l'immobiliare fondamentale, che ci investono sopratutto direttamente (quindi non tramite fondi, almeno di preferenza) e che sono anche molto soddisfatti dai rendimenti che ottengono, prossimi al 10% annuo.

Se una famiglia che ha una net worth di un milione di euro a 900,000 EUR di immobili, siamo d'accordo nel considerare la stessa un asset allocation troppo sbilanciata, ma se ha 350-400k EUR investiti in immobili che producono reddito costante a discreti tassi di rendimento ... fa benissimo, e di fatto fa quello che fanno le grandi famiglie imprenditoriali di tutto il mondo!

Come al solito, per commenti e vostre considerazioni, scriveteci a: info@housingmilan.com

Office Rent Milan: immobili commerciali in locazione  basati a Milano
Faq: